Navigazione del sito profilideirequisiti.ch

Tipica situazione lavorativa

Stefania arriva in studio di mattino e per prima cosa accende i computer nei vari locali. Poi, la sua formatrice le chiede di leggere l'anamnesi del primo paziente. Si tratta di un trentenne che viene per la prima volta e desidera sottoporsi a una visita di controllo completa. Stefania discute con la sua formatrice di come procedere con la visita e le viene detto che sarà a lei a effettuare l'elettrocardiogramma (ECG) del paziente.

Suona il telefono e Stefania risponde: è una paziente che si lamenta per dolori al petto. Stefania ascolta attentamente e si informa sulla durata, il punto preciso e il tipo del dolore. Dalle risposte della paziente, capisce che è necessaria una visita il giorno stesso. Concorda un appuntamento urgente ancora prima di mezzogiorno e informa brevemente la sua formatrice del caso.

Qualcuno suona il campanello: è il signor Branca. Stefania lo saluta cordialmente e lo prega di attendere in sala d'aspetto. Dopo aver verificato che il dottore è pronto per la prima visita, va a prendere il paziente e lo accompagna nel locale dove si svolgerà la visita.

Dopo un quarto d'ora, il signor Branca esce e si rivolge alla reception. Stefania gli spiega che gli farà un elettrocardiogramma e poi la sua formatrice svolgerà alcuni altri test. Vanno in un altro locale dello studio, dove Stefania applica gli elettrodi sulle braccia, le gambe e il torace del paziente. Gli spiega che l'elettrocardiogramma misura l'attività elettrica del miocardio (il muscolo cardiaco) per determinare la frequenza e il ritmo cardiaci. Dopo aver controllato a schermo che la curva dell'ECG sia corretta, la stampa su carta. Consegna il grafico alla sua formatrice, che lo inoltrerà al dottore assieme ai risultati degli altri test. A questo punto, Stefania lascia il paziente con la sua formatrice per gli altri test e torna alla reception. Il dottore le chiede di cercare un determinato farmaco per un paziente che ha appena finito di visitare. Stefania trova il farmaco e ne studia il foglio illustrativo per sapere qual è il dosaggio corretto. Lo spiega al paziente e gli chiede se ha domande in merito. Dopo aver congedato cordialmente il paziente, torna a occuparsi della reception.

Altri requisiti

  • Niente allergie o intolleranze ai disinfettanti e ai solventi
  • Resistenza emotiva (i pazienti possono avere reazioni molto forti)
  • Alta concentrazione e resistenza (nonostante lo stress, non sono ammessi errori)
  • Piacere nei contatti intensi con i clienti, empatia (i pazienti vanno trattati in modo personale, l'assistente è il «biglietto da visita» dello studio)
  • Spiccata capacità di lavorare in team
  • Integrità irreprensibile (gestione di dati particolarmente sensibili)

Particolarità

-