Navigazione del sito profilideirequisiti.ch

Tipica situazione lavorativa

Stefano lavora come capo macchina alla brossuratrice* e riceve dal superiore e dal caporeparto il compito di produrre 15'000 opuscoli. Discute l'incarico con quest'ultimo e con il secondo capo macchina, con cui dovrà lavorare. Leggono insieme il modulo d'ordine elettronico, che contiene informazioni importanti sul lavoro e permette loro di decidere che tipo di colla usare. Inoltre, Stefano calcola quanti collaboratori sono necessari e con quale velocità si dovrà lavorare, affinché l'ordine possa essere realizzato nel tempo prestabilito.

Insieme al suo collega, si occupa quindi dei vari preparativi e, sotto la supervisione del suo superiore, regola la brossuratrice. Poi, si dividono le operazioni di configurazione, affinché possano iniziare il prima possibile con la produzione. Stefano introduce sullo schermo tattile tutte le dimensioni necessarie, determina la quantità di colla, la larghezza di cordonatura sul dorso e regola la pressione della pressa. Dopo aver regolato le impostazioni, produce i primi opuscoli. Controlla i primi esemplari e constata che sono privi di difetti. Prima dell'inizio della produzione vera e propria, sottopone il campione di riferimento al suo superiore e al caporeparto, il quale autorizza la produzione.

Stefano dà istruzioni sugli obblighi di notifica e di controllo ai collaboratori addetti alla produzione, poi si può finalmente cominciare. Dapprima a ritmo lento, poi aumentando costantemente la velocità fino ad arrivare a 5000 copie l'ora. Stefano e i suoi colleghi tengono sott'occhio regolarmente la produzione e la qualità. Prelevano alcuni campioni secondo un piano di campionamento e li controllano.

Una volta completato il lavoro, bisogna passare alla manutenzione e alla pulizia. Sul modulo d'ordine elettronico vanno quindi inserite le informazioni necessarie per la fatturazione, come la quantità prodotta, l'inizio e la fine della produzione, il tipo e la quantità di colla utilizzata e il materiale d'imballaggio necessario.

* una macchina che incolla il dorso delle pagine di un blocco

Altri requisiti

  • Spiccate capacità motorie globali (p.es. per spostare palette o riempire i serbatoi di colla)
  • Spiccate capacità motorie fini (per le regolazioni di macchinari complessi)
  • Percezione normale dei colori
  • Sensibilità dell'udito (p.es. per riconoscere attriti/sfregamenti del materiale durante la produzione ad alta velocità)
  • Niente allergie o intolleranze alla polvere della carta
  • Ottima comprensione degli impianti collegati tra loro e con gli aggregati (per la supervisione di impianti complessi)
  • Resistenza emotiva (per la supervisione di parecchi collaboratori)
  • Tempi di lavoro serrati o non influenzabili (ritmi e velocità delle macchine predefiniti)
  • Alta concentrazione e resistenza (resistenza alla monotonia)
  • Spiccata creatività e capacità di risolvere problemi
  • Flessibilità per il luogo di lavoro (per operare su diversi aggregati e gruppi di macchine)
  • Flessibilità negli orari di lavoro (turni irregolari)
  • Atteggiamento aperto (le difficoltà linguistiche possono essere superate chiedendo di ripetere e di confermare le istruzioni)
  • Piacere nel lavorare a stretto contatto con le persone, empatia (per riconoscere attitudini e limiti dei collaboratori)
  • Spiccata capacità di lavorare in team (per alcuni lavori le imprese ricorrono a collaboratori temporanei, che devono essere introdotti al lavoro, istruiti e supervisionati)
  • Competenze interculturali (lavoro insieme a collaboratori di varie culture)

Particolarità

  • Per questa professione esistono quattro Indirizzi professionali (Legatura industriale, Legatura artigianale, Tecnologia della spedizione di prodotti stampati, Allestimento di prodotti stampati) con requisiti specifici.