Navigazione del sito profilideirequisiti.ch

Tipica situazione lavorativa

La giornata di Claudia comincia sempre con i lavori mattutini nella stalla, che svolge insieme alle sue colleghe. Si mette brevemente d'accordo con loro su come dividersi i compiti, poi conduce gli animali, uno alla volta, dal box alla giostra per cavalli. Mentre accede ai singoli box, si fa un'idea generale di come stanno i cavalli e si rende conto che la Samira è un po? nervosa: scalpiccia in modo inabituale e Claudia sa che ciò può indicare che stia soffrendo di coliche. Ascolta quindi i rumori dell'apparato digerente della cavalla, il che conferma il suo sospetto. Sapendo che il movimento aiuta a ridurre le coliche, conduce Samira alla giostra e decide che oggi si occuperà più da vicino di lei. Informa le sue colleghe su quanto osservato e le prega di prestare anche loro particolare attenzione a Samira.

A questo punto, pulisce con la dovuta cura il letame dei box. Controlla per ogni box che l'abbeveratoio e la mangiatoia siano puliti e si accerta che non ci sia nulla contro cui i cavalli possano ferirsi. Infine, insieme alle colleghe, dà da mangiare ai cavalli secondo il piano prestabilito. Decide però di non dare, per ora, mangime concentrato a Samira, poiché potrebbe peggiorare il suo stato e spiega alla sua collega addetta alla distribuzione del fieno di non darne ancora alla cavalla malata.

In seguito, si occupa di Rambo, un cavallo che al momento ha la tosse. Il veterinario ha prescritto un farmaco. Letto il foglietto illustrativo per capire come dosare il medicamento, Claudia calcola, in base alle istruzioni, quanta polverina somministrare, poi la mischia al mangime. Per finire, riconduce i cavalli ai loro box.

Discutendo con il suo formatore di quanto ha osservato durante i lavori mattutini, gli spiega perché le pare importante che ascolti e valuti anche lui i rumori del ventre di Samira. Poiché il formatore le chiede di informare la proprietaria della cavalla, Claudia la chiama e le riferisce che Samira soffre di una leggera colica. Claudia ascolta attentamente mentre la proprietaria le spiega che Samira ha già avuto problemi simili in passato e le chiede qualche dettaglio. Dopo aver risposto a tutte le domande, Claudia cerca di persuadere la proprietaria a chiamare il veterinario. La proprietaria le assicura che lo farà.

Altri requisiti

  • Spiccate capacità motorie globali (per maneggiare gli strumenti di lavoro della scuderia, p.es. nella pulizia dello stallatico o nel regolare gli zoccoli ecc.)
  • Spiccata motricità fine (per agire con sensibilità sul cavallo per quanto riguarda le tecniche di monta)
  • Niente allergie o intolleranze al pelo equino, al fieno e ai pollini
  • Forza, resistenza e ottima condizione fisica (per i lavori più pesanti, come scaricare le balle di fieno)
  • Buona salute per essere in grado di lavorare a temperature e condizioni meteorologiche variabili (si lavora quasi esclusivamente in ambienti non riscaldati come stalle e maneggi)
  • Flessibilità negli orari di lavoro (servizio di domenica, nei giorni festivi, la sera e turni straordinari quando gli animali sono malati)
  • Piacere nel lavorare a stretto contatto con le persone, empatia (per lavorare con i clienti fissi, p.es. proprietari dei cavalli o allievi di equitazione)
  • Spiccata capacità di lavorare in team

Particolarità

  • Per questa professione esistono sei indirizzi professionali (Cura del cavallo, Monta classica, Monta western, Cavalli d'andatura, Cavalli da corsa, Attacchi) con requisiti specifici.